Tè Letterario di Aprile

sabato 30, ore 17.00

Museo dello Strumento Musicale - Pineta Zerbi

t


I Tè Letterari della Biblioteca dei Ragazzi sono un appuntamento mensile (la data viene comunicata di

mese in mese) che accompagnano Lo Scaffale Itinerante.

Si differenziano dai laboratori e dalle letture sceniche in quanto rivolti a bambini e genitori insieme.

L’appuntamento ha durata di 1 ora circa e consiste in una lettura ad alta voce e un momento successivo di

chiacchierata e gioco che coinvolge bambini e genitori. Il tutto concluso da un buon tè e dalla possibilità

di consultare lo Scaffale Itinerante, accedere al prestito o dedicarsi a leggere un’altra storia con i

propri figli.

Abbiamo deciso di non stabilire un costo fisso per questo tipo di attività che vuole essere un invito,

rivolto a genitori e bambini, a ritagliarsi un po’ di tempo con delle buone storie e stare in compagnia.

D’altra parte, sin da subito abbiamo pensato che questi appuntamenti mensili possano essere un modo per

dare un ulteriore valore al nostro Itinerario. I luoghi che ci ospitano non sono scelti a caso. Si tratterà di

realtà che sentiamo vicine, che in vario modo necessitano di sostegno e che La Biblioteca dei Ragazzi

vuole contribuire a sostenere o a far conoscere.

Per questo, sebbene non ci sia un costo, chiediamo un contributo minimo volontario per la partecipazione

ai Tè Letterari che servirà esclusivamente al sostegno dei nostri ospiti.

Il prossimo appuntamento con il Tè Letterario è fissato per sabato 30 Aprile alle 17.00 presso il

Museo dello Strumento Musicale di Pineta Zerbi, in occasione della riapertura dopo l'incendio che

qualche anno fa lo ha devastato.

 

Il Tè Letterario di Marzo

si è svolto presso la sede dell'Associazione Culturale Magnolia,una libera associazione che promuove la cultura del e sul suo territorio, nonchè attività di sensibilizzazione a favore dell’ambiente, del riuso, del consumo critico e della cittadinanza attiva.
Magnolia opera sul territorio di Reggio Calabria perché ha lì le sue radici, in un territorio ricco di risorse e contraddizioni; anche per questo motivo, dal 2011 assieme all’Associazione culturale GAStretto, gestisce un bene confiscato alla ‘ndrangheta sito in Via Cafari 10, contrada Gagliardi (Arangea) in cui stanno realizzando, il progetto RADICI, un laboratorio socio-culturale di eco sostenibilità e consumo critico nella periferia sud di Reggio Calabria.